Categoria : TURISMO, CULTURA E SPETTACOLO

ANGELO GUIDA CON IL RACCONTO "PARTENZA" SI AGGIUDICA LA XXII^EDIZIONE DEL PREMIO ENERGHEIA.

Scritto da Michele Lospalluto

Turismo, Cultura e Spettacolo

1.JPG





È Angelo Guida, autore cinquantaduenne di Matera con il racconto Partenza, il vincitore della ventiduesima edizione del Premio Energheia. La Giuria del Premio, composta quest’anno dalle scrittrici Sara Benedetti, Francesca Fornario e dal professor Carlo Freccero, nelle motivazioni indica: “Un racconto con un ritmo travolgente e incalzante che in poche righe riesce ad affrontare un tema difficile, quello dei profughi, senza cadere nella retorica e che vede nella protagonista la ricerca spasmodica di raggiungere il suo obbiettivo che si svelerà nel finale del testo”.
Menzione speciale per il racconto: La ventesima donna di Alessandra De Vita e Roberta Pieraccioli di Massa Marittima(GR) “Un racconto – si cita nelle motivazioni – ben articolato e linguisticamente perfetto che tratta dell’impegno delle donne tra le fila dei partigiani durante l’ultimo conflitto mondiale. Un modo per sottolineare l’impegno spesso disconosciuto dalla storia”.
Nel corso della serata di consegna del Premio, svoltasi nel giardino del Museo D.Ridola di Matera, la giuria ha anche indicato il Miglior racconto da cui trarre la sceneggiatura per la realizzazione di un cortometraggio, da realizzarsi nel prossimo anno, facendo cadere la scelta sul racconto La cerbottana di Roberto Leoni di Reggio Emilia. Anche qui la scelta degli scrittori è stata accompagnata dalla seguente motivazione. “L’ispirazione cinematografica, come riconosciuto dall’autore, traspare dall’impianto narrativo costruito per soggettive, che molto si prestano ad un adattamento visivo”.
Premiati, inoltre, i vincitori delle sezioni estere del Premio Energheia: Spagna, Francia, Israele e Libano - che vede il coinvolgimento del Governo di Spagna, dell’Università Sorbona di Parigi, dell’Università Bezalel di Gerusalemme e della Società Dante Alighieri di Tripoli in Libano - rispettivamente Alejandro Molina Bravo,“El juego”; Annelore Hermann, “Blanc de persil”; Anat Varezky, “The man is a rock star. But who is Ziffer?”; George Yacoub, “The guilt”.
La serata è stata impreziosita dalla visita ufficiale di Ion De La Riva, Consigliere Culturale dell’Ambasciata di Spagna in Italia che nel suo intervento, alla presenza del Sindaco - Raffaello De Ruggieri e dei presenti -, ha sottolineato come la cultura possa essere punto di forza di una comunità e promuovere l’incontro con gli “altri”, auspicando, inoltre un proccesso di crescita della città verso la candidatura ufficiale a Capitale Europea della Cultura nel 2019.
Consegna dei premi anche ai finalisti della sezione telematica del Premio Energheia “I brevissimi di Energheia – Domenico Bia”, che quest’anno aveva come tema “la gola”, uno dei sette peccati capitali e che saranno pubblicati nel prossimo mese di ottobre sul sito dell’associazione.
Nella serata, infine, vi è stata la presentazione de “I racconti di Energheia” XXI edizione, l’antologia dei racconti finalisti del 2015, che sarà distribuita presso Scuole e Biblioteche della Penisola nei prossimi giorni.
L’appuntamento, dopo il successo della XXII edizione è per il prossimo autunno, con la pubblicazione del bando della nuova edizione del concorso e con altre novità.