Categoria : SPORT

VIDEO - Calcio: Asd Team Altamura si prepara ai play off. Panarelli predica concentrazione

Scritto da Redazione

Sport

c_600_400_15658734_00_images_sport_asdteam-alta2.jpg
 
Umiltà e concentrazione: sono le parole chiave dell'allenatore del ASD Team Altamura, Gigi Panarelli, per le prossime sfide che attendono la squadra nei play-off interregionali. Negli occhi dei tifosi ci sono ancora le immagini dei due gol e dei festeggiamenti della gara vinta in casa contro il Barletta nella partita epilogo dell'Eccellenza Pugliese. Ecco come TELEAPPULA (canale 211) ve l'ha raccontata.
 



Nella semifinale dei play-off per la serie D, l'Altamura affronterà il Real Metapontino, vincente dei play off per la Basilicata.
"Dobbiamo ancora affrontare delle partite impegnative e noi abbiamo l’obbligo di stare con i piedi piantati per terra e affrontare i play off con assoluta umiltà e concentrazione", ha detto Panarelli in alcune dichiarazioni diffuse dall'ufficio stampa. Il tecnico (ingaggiato ad inizio stagione come giocatore della rosa e poi subentrato in panchina dopo gli avvicendamenti) ha ringraziato tutta la società a cominciare dal patron Dipalo, proseguendo con la presidente Tina Dilena, il ds Dammacco, i vice presidenti Giuseppe Cicirelli e Marco Creanza, il prof. Luigi Romano e Vito De Ceglie e, ovviamente, la tifoseria. "Ci è stata accanto anche quando i risultati non sono venuti, tifoseria che in questo campionato non se ne vedono, dimostrazione che loro e la città di Altamura merita palcoscenici di altra categoria”, ha aggiunto Panarelli.
 
E in merito alla fine della stagione, ecco cosa dichiara. “Lo dico con molta sincerità, l’unica insidia che possiamo trovare in questa fase finale "siamo noi", mi spiego meglio, non dobbiamo sottovalutare nessuno - dice - avere massimo rispetto del avversario senza però temerlo e nel atto pratico dobbiamo essere concentrati per tutto l’arco della fase finale sia negli allenamenti che nelle gare ufficiali, solo con queste prerogative avremo dato tutto e saremo apposto con la coscienza, in gergo sportivo "sudato la maglia", poi se ci sarà avversario più bravo gli batteremo le mani ma se ognuno di noi fa il proprio dovere difficilmente non potremo raggiungere l’obiettivo che tutti quanti noi e la città di Altamura sogniamo".