Categoria : SOCIETA'

E mentre agosto se ne va, ci assale la curiosità: PERCHÉ SI FESTEGGIA FERRAGOSTO?

Scritto da Marta Loiudice

Società

Fal-sulla-spiaggia per art.jpg

Il Ferragosto è una festività di origine antichissima, nella Roma imperiale il termine deriva dal latino: Feriae Augusti, cioè riposo di Augusto, una festività istituita dall'imperatore Augusto nel 18 a.C.
Era un periodo di riposo e di festeggiamenti che celebravano la fine dei lavori agricoli. In tutto l'impero si organizzavano corse di cavalli e gli animali da tiro, buoi, asini e muli, venivano dispensati dal lavoro e agghindati con fiori. Tali antiche tradizioni rivivono oggi. In occasione del Ferragosto i lavoratori porgevano auguri ai padroni, ottenendo in cambio una mancia. La festa originariamente cadeva il 1º agosto. Lo spostamento si deve alla Chiesa Cattolica, che volle far coincidere la ricorrenza laica con la festa religiosa dell'Assunzione di Maria.
Invece, la tradizione popolare della gita turistica di Ferragosto nasce durante il ventennio fascista. A partire dalla seconda metà degli anni venti, nel periodo ferragostano il regime organizzava gite popolari, offrendo la possibilità anche alle classi sociali meno abbienti di visitare le città italiane o di raggiungere le località marine o montane.
Mentre l'Assunzione è una tradizione di fede nata nel cristianesimo a partire dal quinto secolo, sviluppatasi sempre più nel corso del tempo, raggiungendo già nel Medioevo il riconoscimento delle autorità ecclesiastiche e la devozione popolare.
Secondo questa tradizione, Maria, la madre di Gesù, terminato il corso della vita terrena, fu trasferita in Paradiso, sia con l'anima che con il corpo, cioè fu assunta, accolta in cielo.
Una giornata in cui sacro e profano si uniscono: Ferragosto, la festa delle ferie per eccellenza, delle gite fuori porta e del relax.
Oggi Ferragosto si celebra, soprattutto tra i giovani, a partire dalla notte del 14 agosto, organizzando falò sulla spiaggia, metafora della vittoria del Sole. A mezzanotte, poi, è d'obbligo il tuffo in mare, simbolo di purificazione e rigenerazione.