Categoria : POLITICA

BRACCIO DI FERRO TRA UNIONE EUROPEA E RENZI

Scritto da GIUSEPPE PACCIONE

Politica

c_340_192_15658734_00_images_183000572-40f49cfc-ba91-4dad-809d-82b6868dc435.jpg

Lettera molto pesante inviata dalla Commissione dell'Unione Europea (UE) al Ministro dell'Economia e delle Fimnanze Carlo Padoan, in cui  si chiede la "spiegazione circa la revisione degli obiettivi" di bilancio e sul "divario sostanziale emerso rispetto agli impegni presi la scorsa primavera". "Un esame preliminare del documento programmatico per il bilancio 2017 suggerisce che il cambiamento programmato nel bilancio strutturale per il 2017, ricalcolato secondo la metodologia comunemente accolta, è negativo e molto al di sotto dello 0,6% del Pil o oltre raccomandato dal Consiglio il 12 luglio scorso" e che l'Italia "ha beneficiato di flessibilità significativa sotto le regole del patto di stabilità sia nel 2015 che nel 2016 e parte di questa flessibilità, cioè sulla base delle clausole per gli investimenti e le riforme strutturali, era stata concessa soggetta" a una serie di condizioni: usare tali margini per aumentare gli investimenti, progredire con l'agenda di riforme strutturali, "presentare piani credibili per riprendere l'aggiustamento dal 2017". Non solo, ma sempre la Commissione UE chiede al nostro Paese  una serie di chiarimenti sulla legge di bilancio entro giovedì 27 "per permetterle di prenderli in considerazione nella sua ulteriore analisi". Vedremo cosa accadrà nei prossimi giorni tra l'Italia e l'UE, se davvero, come molte voci di corridoio, il bel Paese sarà il secondo Stato ad uscire dal'UE, avremmo una ITALEXIT.
 (IL TESTO ORIGINALE DELLA LETTERA E' REPERIBILE IN http://download.repubblica.it/pdf/2016/economia/letter.pdf ).