Categoria : POLITICA

Ospedale della Murgia, appello di Stea ad Emiliano: "In un anno nulla è cambiato"

Scritto da Redazione

Politica

nuovo-ospedale.jpgIl consigliere regionale di NCD-Alleanza Popolare, Gianni Stea, ha rivolto un nuovo appello al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano per l'Ospedale della Murgia, ritenuto non idoneo alle esigenze di una vasta popolazione. Sul tema già da tempo è stata presentata un'interrogazione ed era stata richiesta una visita di Emiliano al complesso ospedaliero per verificare di persona.
 
Secondo Stea, "nulla si è concretizzato". E spiega: occorre il riconoscimento regionale di Centro Ospedaliero preposto alla prescrizione dei nuovi farmaci antivirali per il trattamento dell’epatite C cronica. In tema di sicurezza, necessita di un parcheggio riservato esclusivamente al personale ospedaliero controllato da telecamere e serve una presenza continua H24 di guardie giurate di controllo degli accessi nell’ospedale e nei reparti. Secondo Stea, inoltre, c'è la necessità di costruire una struttura protettiva contro le intemperie nei pressi della fermata autobus ed una passerella protetta da copertura che dalla strada porta all’ingresso della reception. Inoltre, a fronte di oltre 15 reparti, solo tre sono dotati di primario. Stea lamenta che "a nulla sono valse del resto le immediate rassicurazioni" del direttore generale della Asl, Vito Montanaro.
L'elenco prosegue: "una chirurgia che non è mai decollata; una cardiologia intensiva con emodinamica che non è mai partita; la mancata conversione del reparto di Medicina-Lungodegenza in struttura complessa, in modo da consentire la realizzazione di strutture semplici multipecialistiche; inoltre c'è una crescente emigrazione di utenti con patologie un po’ più complesse di quelle ordinarie presso altri ospedali, spesso fuori regione".
 
Viene quindi ribadito l'invito ad una tappa presso l'Ospedale della Murgia Fabio Perinei da parte del presidente Michele Emiliano.