Categoria : ECONOMIA

Saem Altamura, il 17 novembre udienza in Tribunale su omologa concordato preventivo

Scritto da Pasquale Dibenedetto

Economia

c_150_100_15658734_00_images_2012_maggi_saem.JPGIl 17 novembre si terrà nel Tribunale di Bari l'udienza in camera di consiglio per l'omologa del concordato preventivo della ditta Saem (energie alternative) di Altamura. Davanti al giudice delegato Valentino Lenoci si presenteranno gli amministratori dell'azienda e i commissari giudiziali. "Tra mille difficoltà - sottolineano Franco Maggi e Angelo Colonna, soci fondatori della Saem e suoi attuali amministratori confermati dal Tribunale - siamo riusciti a portare la Saem Energie Alternative fuori da una momentanea fase di crisi dovuta a fattori esterni e congiunturali. L'azienda continua a registrare ricavi e l'omologa del concordato preventivo potrà ridare fiato ai lavoratori e ai fornitori dell'impresa che attendono venga dato corso al piano industriale della società".
A luglio la prima sezione civile della Corte d’appello di Bari - presidente relatore Vito Scalera e consiglieri Vittorio Gaeta e Salvatore Russetti - aveva revocato il fallimento dell'impresa.
"La revoca - aggiungono Maggi e Colonna - ha premiato la buona gestione imprenditoriale della Saem: un risultato raggiunto anche grazie all'impegno di tutti i lavoratori delle aziende subappaltatrici che hanno dimostrato fiducia nella nostra capacità di ripresa. Adesso manca solo il passo dell'omologa per completare il percorso di ristrutturazione".