Categoria : ECONOMIA

Matera: La crisi morde, per famiglie e imprese difficile ricevere prestiti

Scritto da Redazione

Economia

Presso la Prefettura di Matera si è tenuto un vertice per fare il punto sulla situazione economica e sull'accesso al credito delle banche. E' emerso un quadro piuttosto difficile in cui sia per le imprese che per le famiglie diventa complesso ricevere prestito, per i ferrei paletti imposti anche dalle normative.  
Alla convocazione del Prefetto di Matera, Luigi Pizzi, hanno risposto il presidente della Provincia di Matera, Franco Stella, il presidente della Camera di Commercio, Angelo Tortorelli, l'assessore Vignola per il Comune di Matera, il direttore generale del Dipartimento Attività Produttive della Regione Basilicata, Vita, il presidente dell’ABI Basilicata, Montemurno, e la direttrice della Ragioneria Territoriale dello Stato, D'Urso.
 
Il Prefetto, nell’introdurre i lavori, ha evidenziato che da una analisi dei dati della filiale regionale della Banca d’Italia, relativa al terzo trimestre 2011, emerge una situazione di sofferenza dell’andamento del credito in provincia di Matera. E' determinata dal rallentamento dei prestiti e da un incremento del deterioramento della qualità del credito, specialmente per le aziende di piccole e medie dimensioni.
 
Nel corso della riunione sono state evidenziate le numerose iniziative a sostegno del credito già messe in campo dalla Regione Basilicata, dalla Provincia di Matera, dal Comune di Matera e dalla locale Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura. In particolare, la Regione Basilicata ha messo in campo misure a sostegno del credito e degli investimenti per oltre 200 milioni di euro. Tra le più importanti, il fondo di garanzia regionale a favore delle piccole e medie imprese, già operativo, cui hanno aderito, dopo la sottoscrizione di un apposito protocollo d’intesa tra la Regione Basilicata e l’ABI, diversi istituti di credito e il fondo di rotazione, importante strumento a sostegno degli investimenti che ha la finalità di ridurre il costo del denaro.
 
Il Comune di Matera ha approvato un avviso pubblico per l’individuazione di istituti  di credito con i quali stipulare un atto negoziale per il pagamento delle spettanze ai fornitori del Comune, attraverso la cessione dei crediti vantati dalle imprese nei confronti dell’ente comunale. Mentre la Provincia di Matera, con il supporto della Regione Basilicata, a seguito di un apposito bando, ha stipulato una convenzione con un istituto bancario per consentire alle imprese di acquisire in tempi brevi le somme dovute dall’amministrazione provinciale che, a sua volta, garantisce la banca per quanto corrisposto alle aziende.
 
Anche la Camera di Commercio, nonostante l’esiguità delle risorse, già da tempo ha agevolato le richieste delle imprese per la trasformazione della debitoria, confermando anche per il corrente anno tale iniziativa.
 
Il rappresentante della delegazione ABI Basilicata nel manifestare la disponibilità a mantenere vivo il dialogo per individuare, di concerto con le istituzioni locali, misure a sostegno delle imprese e delle famiglie, ha evidenziato che, pur con un rallentamento rispetto a periodi precedenti, le concessioni di credito risultano tuttora in crescita. Le aperture di credito possono essere certamente agevolate dalle risorse messe a disposizione dalla Regione attraverso appositi fondi che, tuttavia, non consentono di poter prescindere da una valutazione di affidabilità dei richiedenti, anche in considerazione dei vincoli al credito posti  dal legislatore europeo.