Categoria : CRONACA

ALTAMURA SEQUESTRATO INGENTE QUANTITATIVO DI MARIJUANA AD UN INCENSURATO

Scritto da Redazione

Cronaca

alta.png





Proseguono senza sosta ed a ritmo serrato i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Altamura, che nel periodo estivo hanno pressato i ranghi e stretto la morsa sul traffico di sostanze stupefacenti.
I controlli, effettuati dalle numerose pattuglie su strada, dai quali emerge un consumo sempre più frequente da parte dei giovani di sostanze stupefacenti di vario genere, l’analisi del fenomeno del consumo e dello spaccio nella città Federiciana da parte dei Carabinieri dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, hanno portato i militari ad effettuare alcune perquisizioni mirate a carico di soggetti “attenzionati” nel corso di meticolose indagini.
Alle prime luci dell’alba di ieri, è così scattata una operazione antidroga condotta anche con l’ausilio delle unità cinofile dei Carabinieri di Bari, opportunamente intervenute.
A cadere nella rete dei Carabinieri è stato C.D., un 44enne incensurato del luogo, che nella propria abitazione del centro cittadino deteneva abilmente occultati circa 700 grammi di marijuana unitamente ad un bilancino di precisione e materiale vario utilizzato per il confezionamento delle dosi, oltre alla somma di 5.000 Euro in denaro contante, dagli inquirenti considerata provento della fiorente attività di spaccio. Il controllo non si è limitato al solo domicilio ma è stato esteso a tutti gli immobili da costui posseduti ed utilizzati a vario titolo, due dei quali in particolare ubicati nell’impervia campagna murgiana. E proprio in uno stabile di questi, abilmente occultati in un sottotetto cui si accedeva tramite una botola dotata di scala a scomparsa, i militari hanno scovato ulteriori 9 buste contenenti ciascuna circa 1 kg. di stupefacente del tipo marijuana. L’ingente quantitativo di circa 10 kg. complessivi di sostanza stupefacente rinvenuta.
L’uomo è stato così arrestato e tradotto presso il carcere di Bari, in attesa dell’udienza di convalida del GIP del Tribunale di Bari.