Operazione antidroga ad Andria: spaccio "take away" a casa di un pregiudicato. Un arresto e due segnalazioni alla prefettura

Scritto da Redazione

IN EVIDENZA

CARABINIERI CONTROLLI.jpg

Ancora un altro pusher è finito nella rete dei carabinieri della compagnia di Andria. Questa volta a finire in manette è stato un 59enne andriese già noto alle forze dell’ordine per analoghi precedenti.
Durante la serata scorsa, i militari dell’Aliquota Radiomobile si sono appostati nei pressi della sua abitazione, dove da diverso tempo avevano avuto segnalazioni di una possibile attività di spaccio di stupefacenti, posta in essere a mo’ di take-away.
In effetti, i carabinieri hanno notato giungere una monovolume che si è fermata nei pressi dell’abitazione dell’arrestato, dalla quale è sceso il conducente che, giunto al portone di ingresso, ha ricevuto un involucro in cambio di qualche banconota da 20 euro. Subito dopo, sotto gli occhi dei carabinieri, si è ripetuta la stessa scena con un altro avventore sopraggiunto a bordo di un’utilitaria.
Al fine di verificare ciò che i due acquirenti avevano poco prima ricevuto, i militari hanno deciso di procedere nei loro confronti ad un approfondito controllo, identificando un 31enne ed un 38enne, entrambi andriesi, in possesso di tre dosi di cocaina, del peso di circa un grammo complessivo.
A quel punto i carabinieri hanno eseguito un’accurata perquisizione all’interno dell’abitazione, rinvenendo  materiale vario per il confezionamento e la vendita di sostanze stupefacenti, nonché la somma contante di 320 euro, ritenuta il provento dell’attività illecita.
In considerazione di tutto ciò, il 59enne andriese è stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti e condotto presso il  carcere di Trani, mentre i due acquirenti sono stati segnalati alla Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti.