Modesti fa il punto sul Regolamento delle attività sportive del Parco dell'Alta Murgia

Scritto da Ilaria Morgese

IN EVIDENZA

LOGO.jpg
Il consigliere regionale Enzo Colonna ,giorni fa, ha presentato un’interrogazione con la quale richiedeva alla Regione Puglia di apportare modifiche al regolamento del Parco Nazionale dell’Alta Murgia in merito a disposizioni tecniche circa attività di sorvolo, sportive ed escursionistiche nel Parco. Giunge, senza tardare, la risposta dall’Ente, nella persona del direttore Fabio Modesti. Il testo della proposta di Regolamento del Parco, stando alle parole del direttore, è passato al vaglio della Valutazione Ambientale Strategica di Valutazione d’Incidenza, in associato al Piano per il Parco, approvato ed entrato in vigore il 23 aprile del 2016. Il testo di Regolamento si prefigge di disciplinare le attività consentite nelle Zone del Parco ( zona A - aree di Riserva integrale - , zona B - area di Riserva orientata generale - , zona C - aree di protezione- , zona D - aree di promozione economica e sociale ed aree contigue - zone esterne al Parco ma collegate ad esso) è stato già proposto al Ministero dell’Ambiente, a cui spetta l’approvazione finale. Ora, l’Istruttoria Ministeriale ha evidenziato le disposizioni regolamentari proposte dall’Ente Parco, da rivedere, poi, in base alle peculiarità del ‘Regolamento tipo’. Nel suddetto, inoltre, sono chiare e restrittive le disposizioni che riguardano le relative attività sportive e ricreative del Parco che vanno riviste ed adeguate a quanto richiesto. Modesti, ancora, dichiara che l'ulteriore fase istruttoria degli uffici ministeriali richiede tempi che non sono in grado di definire. ‘Ecco perché, a fronte di questo complesso lavoro di scrittura e riscrittura dei testi ed a fronte della vigenza del Piano per il Parco con la suddivisione in Zone "A", "B", "C" e "D", si è ritenuto opportuno evitare di esercitare attività discrezionali in sede autorizzativa adottando disposizioni tecniche in varie materie oggetto di disciplina regolamentare ricalcando il testo del "Regolamento tipo" con minimi adeguamenti".