Firmato protocollo contro la tratta di migranti. Viceministro Bubbico: "L'attenzione deve essere alta"

Scritto da Pasqua Disabato

IN EVIDENZA

bubbico.PNG

Nella giornata di ieri, presso la prefettura di Potenza, è stato firmato un protocollo d’intesa “per l’identificazione ed il supporto delle vittime di tratta e sfruttamento all’interno dei percorsi rivolti ai richiedenti asilo”. All’incontro ha partecipato anche il viceministro dell’Interno, Filippo Bubbico. Il documento è stato sottoscritto dal prefetto di Potenza, Giovanna Cagliostro, e da Don Marcello Cozzi del Cestrim, ossia il Centro studi e ricerche sulle realtà meridionali. In un comunicato diffuso dal Cestrim si specifica che il protocollo mira a sostenere i contenuti del progetto dal titolo “Persone, non schiave”, che è stato ammesso a finanziamento con l’obiettivo, in particolare, di rafforzare le attività di emersione del fenomeno dello sfruttamento sessuale e lavorativo nella regione Basilicata ed a potenziare forme di sostegno e assistenza alle donne vittime di tratta. Durante la conferenza Bubbico ha evidenziato che “il nostro Paese è fortemente impegnato a garantire la tutela dei diritti umani: tuttavia l’attenzione deve essere alta. La Presidenza del Consiglio, nell’ambito del Dipartimento pari opportunità – ha aggiunto il viceministro dell’Interno – ha definito un piano di azione e noi interloquiamo costantemente con gli organi internazionali e con quelli dell’Ue proprio per potenziare gli strumenti non solo in ambito nazionale ma anche in ambito europeo perché questo fenomeno possa essere sconfitto”.