Tragedia di Pasquetta: muore sub 65enne

Scritto da Floriana Maffei

IN EVIDENZA

c_800_524_15658734_00_images_ambulanza_dietro.jpg
LECCE - Nonostante avesse un’esperienza acquisita con anni di immersioni, Cosimo Carafa è morto per un malore durante una battuta di pesca subacquea. La tragedia ha sconvolto la città di Nardò, che ha dato i natali alla vittima. L’uomo infatti, che svolgeva l’attività di collaboratore scolastico in una scuola di Monteroni, è deceduto nella mattinata del lunedì di Pasquetta nei pressi di Porto Selvaggio. Non sembra tuttavia, che il 65enne soffrisse di particolari disturbi ma godeva di buona salute. La mattina della tragedia, l’uomo si era appena immerso con un suo amico ma poco dopo si è sentito male. Il suo compagno ha cercato di soccorrerlo portandolo fuori dall’acqua. Ha poi immediatamente avvertito i medici del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare l’avvenuto decesso. La salma dell’uomo è stata poi trasportata presso la camera mortuaria dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce affinché il medico legale effettui ulteriori accertamenti per stabilire le reali cause del decesso.