Una partita per la vita

Scritto da Floriana Maffei

IN EVIDENZA

ANZANELLO.jpg
ALTAMURA - “Dona il tuo tempo, dona te stesso”. Così si intitola l’evento promosso per il giorno 7 maggio alle ore 9 presso il “Palazzetto dello Sport” di Altamura a via Manzoni e presenziato dal professor Loreto Gesualdo, Preside Facoltà di Medicina dell’Università di Bari. Si tratta di un quadrangolare di pallavolo tra la squadra nazionale Aned - Sport e il consorzio “Insieme Volley”. Il match è stato indetto dalle varie associazioni di volontariato di Altamura - Admo, Aido, Aned, Avis, Fidas, Amaram - che unite prendono il nome di “Una, Tante Squadre per la Vita”. Lo scopo di queste associazioni è sensibilizzare i cittadini alla delicata tematica delle malattie rare, della donazione degli organi, del midollo osseo e del sangue, all’incremento dei trapianti. La giornata conterà su un’ospite d’eccezione, la pallavolista campionessa del Mondo 2002 Sara Anzanello. La testimonial dell’evento è stata lei stessa vittima di una malattia che l’ha tenuta lontana dal campo per 3 anni. A causa di una grave epatite contratta in Azerbaigian, ha dovuto subire un trapianto di fegato che le ha salvato la vita e le ha permesso di rinascere.