Ago e filo dimenticati nell’anca: a giudizio 4 medici

Scritto da Floriana Maffei

IN EVIDENZA

c_800_524_15658734_00_images_ambulanza_dietro.jpg
BRINDISI - Ago e filo dimenticati nell’anca di un anziano. Per questo motivo 4 medici dell’ospedale di Ostuni sono stati citati in giudizio. Secondo la ricostruzione della vicenda, l’anziano era stato operato per una frattura del femore e un conseguente impianto protesico ma qualcosa non è andato come previsto. Terminata l’operazione e passati alcuni giorni di degenza, il paziente fu tranquillamente dimesso. Tuttavia con il passare dei mesi l’anziano ha avvertito un "perdurante dolore, direttamente connesso alla colposa dimenticanza di un ago con filo da sutura all'esito dell'intervento eseguito per la sostituzione dello stelo protesico ed osteosintesi, conseguente alla frattura del femore sinistro in un soggetto portatore di protesi d'anca". Questo è quanto afferma il pm con il capo di imputazione di lesioni colpose in concorso. L’anziano ,ancora, aveva denunciato l’accaduto una prima volta ma non fu riscontrato alcun problema. Soltanto in un secondo momento si è scoperto degli attrezzi ospedalieri dimenticati dai medici all’interno dell’anca della vittima. Grazie soltanto questa seconda perizia post operatorio l’uomo ha potuto nuovamente operarsi per risolvere il problema ma l’anziano aspetta che giustizia venga fatta affinché episodi del genere non accadano nuovamente.