Pregiudicato prima tenta la fuga, poi si lascia arrestare

Scritto da Ilaria Morgese

IN EVIDENZA

012.jpg
ANDRIA  - In seguito al capillare controllo del territorio dei militari della Compagnia Carabinieri di Andria, sono scattate le manette per un pluripregiudicato del posto. Durante la scorsa serata, nel corso di un accertamento dei militari, un 36enne del posto, sottoposto  agli arresti domiciliari, è stato sorpreso a bordo di un’autovettura, in compagnia di un altro pregiudicato del luogo, mentre, oltretutto, utilizzava il telefono cellulare alla guida. Violate dunque due delle misure di prevenzione imposte dalla Polizia di Stato, ovvero il divieto di frequentare altri pregiudicati, e quello di non utilizzare il telefono cellulare, i Carabinieri del Nucleo Operativo, hanno individuato subito il malvivente. L’uomo stava transitando su via Vecchia Spinazzola, quando, incrociata la vettura degli agenti , prontamente, ha cercato di effettuare un’inversione di marcia e poi, con un’abile manovra, è balzato fuori dall’abitacolo dell’auto ancora in corsa. Gettato via il cellulare, l’uomo ha cercato di dileguarsi nelle campagne circostanti. Le immediate ricerche degli agenti hanno fatto sì che fosse lo stesso pregiudicato a consegnarsi ai militari che, subito, lo hanno dichiarato in arresto. Su disposizione della Procura della Repubblica del Tribunale di Trani, deve ora rispondere dell’accusa di violazione degli obblighi imposti dalla Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza.